Pubblicato il: 15 dicembre 2017 alle 06:26



Si svolgerà il prossimo sabato 16 dicembre presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito (CSOE) alla Cecchignola a Roma, la IV Edizione della European Union Cup. La competizione, riservata ai settori giovanili, vedrà protagonisti 8 Paesi Europei che si sfideranno non sulla base delle categorie di peso ma per classe d’età prendendo in considerazione il Punteggio Sinclair (peso dell’atleta moltiplicato per i chili sollevati): si aggiudicherà la sfida il Paese che avrà ottenuto il punteggio totale più alto, grazie alla somma dei risultati dei singoli atleti. Italia, Austria, Croazia, Malta, Grecia, Polonia, San Marino e Spagna, sono le Nazioni che gareggeranno sabato alla Cecchignola, per un totale di 33 atleti in gara, di cui 16 maschi e 17 femmine. Ciascun Paese ha la possibilità di prendere parte all’evento con 6 atleti, 3 per genere: l’Italia, che ospiterà la competizione per la seconda volta dopo averlo già fatto nel 2015 a Ostia, si presenterà con la squadra al completo. Giulia Miserendino (U 15), Sergio Massidda (U 15), Giulia Imperio (U 17), Cristiano Ficco (U 17), Alessandra Pagliaro (Juniores), Fabio Arcara (Juniores). Questi sono i componenti del team azzurro guidati dal Direttore Tecnico Sebastiano Corbu, che per l’occasione sarà coadiuvato dagli allenatori federali Sara Alemanno, Vincenzo Ficco e Raffaele Navarino.

“Ho dato vita alla European Union Weightlifting Confederation nel 2011 – dice Antonio Urso, Presidente della FIPE e dell’EWF – per cercare di mettere insieme 27 Paesi Europei e creare delle gare a squadra, oltre che individuali, in cui fosse possibile dare spazio ai settori giovanili. Questi incontri inoltre danno modo alle Nazioni più piccole di portare i propri atleti in un contesto internazionale, dove potersi confrontare e crescere. L’Italia si presenterà con una squadra competitiva, con l’obiettivo di portare a casa l’ambito trofeo ma le gare sono gare e ci aspettiamo un’agguerrita concorrenza. Le edizioni precedenti dell’EU Cup sono state di grande successo su tutti i livelli (l’ultima nel 2016 si è svolta a Malta e ha visto trionfare la Polonia) e vorremmo che questa seconda di Roma possa eguagliarle”.

Il Comandante del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito (CSOE), Colonello Remo Del Favero“Siamo davvero felici di ospitare una manifestazione internazionale così bella e affascinante che, ne sono sicuro, avrà un esito meraviglioso. Questo centro è un’eccellenza per lo sport italiano e la collaborazione con le federazioni è qualcosa che l’Esercito ha sempre promosso. Dare questa opportunità alla Fipe è per noi motivo di orgoglio e lo faremo attraverso un supporto importante per tutta la durata della manifestazione.
Le gare che si svolgeranno sabato 16 dicembre saranno l’occasione per seguire una competizione di alto livello internazionale. Un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti”.

Com. Stam.