Pubblicato il: 17 maggio 2017 alle 14:08



Nel secondo round dell’IRC, duplice esordio per la rientrante toscana Corinne Federighi (Renault Clio R3), in coppia con Jasmine Manfredi, e per il siciliano Alessio Profeta (Ford Fiesta R5), affiancato dall’esperto Flavio Zanella

Bedonia (Pr), 17 maggio 2017 – In occasione del 24° Rally Internazionale del Taro, secondo appuntamento dell’International Rally Cup Pirelli, in programma il prossimo fine settimana nell’entroterra parmense, la scuderia siciliana Island Motorsport si affiderà ai propri giovani talenti.

Sugli asfalti emiliani, infatti, riflettori puntati sulla rientrante Corinne Federighi che, già campionessa italiana rally femminile 2016 ma al debutto assoluto al “Taro”, sarà al via alla guida della fida Renault Clio R3, sempre curata dalla SMD Racing.

La ventiduenne portacolori massese, per l’occasione, condividerà nuovamente l’abitacolo con l’altra toscana Jasmine Manfredi, andando così a ricomporre la medesima coppia (su analoga vettura) già vincitrice del titolo nella scorsa stagione.

«Di fatto, affronterò la gara, per me del tutto inedita, puntando, soprattutto, a godermi l’esperienza e per tornare a riassaporare il clima agonistico, visto il lungo stop, pur non avendo disputato alcun test alla vigilia – ha raccontato Federighi – Il mio ultimo impegno, infatti, risale a sette mesi addietro in occasione del Rally Due Valli (ultimo round della serie tricolore ndr). Detto questo e aspetto ludico a parte, va da sé che farò il mio per non sfigurare».

Sarà della partita, altresì, il promettente Alessio Profeta, già in evidenza lo scorso aprile al “Lirenas” (match inaugurale dell’IRC) seppur stoppato da un guasto meccanico e, anch’egli, all’esordio al “Taro”.

Il ventunenne palermitano, al volante della Ford Fiesta R5 della Twister Corse, sarà coadiuvato alle note, per la prima volta, dall’esperto Flavio Zanella.

«Vista l’assenza per motivi di lavoro del bravo Massimiliano Alduina, abituale navigatore di Alessio, la scelta è ricaduta su Zanella – ha spiegato Aldo Profeta, padre nonché appassionato mentore del pilota isolano – Non potevamo sperare in miglior professionista da affiancare al ragazzo per poter proseguire il suo percorso di crescita e apprendistato che, seppur solo agli inizi, ha già dato i primi frutti».

Andando alla competizione, fuoco alle polveri sabato 20 maggio con la disputa della prima tappa articolata su tre prove speciali. La domenica successiva, lo start delle sei frazioni cronometrate rimanenti per un totale di 424,56 chilometri (trasferimenti inclusi). Partenza e arrivo previsti, rispettivamente, a Borgo Val di Taro e a Bedonia.

Com. Stam.