Pubblicato il: 18 luglio 2015 alle 07:13



L’inglese Danny Willett è il leader in club house con 135 colpi (66 69, -9) del 144° Open Championship, il terzo major stagionale che si sta disputando sul percorso dell’Old Course (par 72) di St. Andrews, a Fife in Scozia. La classifica è provvisoria, perché il secondo giro non è stato completato a causa di un ritardo di oltre tre ore nelle partenze per il maltempo, e in realtà il primo giocatore che appare sul leaderboard è Dustin Johnson con un “-11” dopo dieci buche. Ha comunque parecchio cammino da compiere e tutto può ancora cambiare quando il turno sarà completato nella mattinata di domani. Medesimo discorso per Jordan Spieth, 12° con “meno 6” a metà tracciato.
In ogni caso alcuni verdetti sono stati già emessi. Due riguardano i giocatori italiani. Infatti Francesco Molinari ha recuperato posizioni e con 143 colpi (72 71, -1) e il 50° posto momentaneo è al sicuro dal taglio, mentre uscirà il fratello Edoardo, 130° con 149 (74 75, +5). Manassero, invece, ha ampie possibilità di rimanere in gara, e ha diverse buche a disposizione per mantenere l’attuale par che gli consentirebbe di proseguire il torneo.
Tra i giocatori che hanno completato il turno sono a ridosso di Willett con 137 (-7) colpi Zach Johnson, lo scozzese Marc Warren e l’australiano Adam Scott (buono il suo 67, -5), che ha fatto un bel salto in avanti, così come l’inglese Justin Rose che con 139 (-5) e un parziale di 68 (-4) ha risalito mezza graduatoria rilanciando le sue ambizioni Al 27° posto provvisorio il tedesco Martin Kaymer, il sudafricano Branden Grace, l’inglese Paul Casey e l’irlandese Padraig Harrington e segue con un colpo in più Phil Mickelson (142, -2). Balla sulla linea del taglio Jim Furyk, 63° con 144 (par), e andranno fuori Keegan Bradley (147, +3) e lo spagnolo Miguel Angel Jimenez (148, +4). Stessa sorte anche per Tiger Woods sebbene non abbia finito.
Willett, 28enne di Sheffield con due successi nell’European Tour di cui uno in questa stagione (Nedbank Golf Challenge), è andato spedito con quattro birdie sulle prime 14 buche, poi ha perso un colpo rispetto al par con due bogey e un birdie a chiudere per il parziale di 69 (-3). “Le buche di rientro – ha detto – sono state molto difficili. Oggi ho eseguito buoni colpi e ritengo più che soddisfacente il punteggio. E’ stato bello fare il birdie sull’ultima buca. Con il solo vento il percorso è giocabile e, colpendo bene la palla, si possono fare dei birdie, ma se si aggiunge la pioggia diventa una lotteria. Mi auguro che il vento abbia la stessa forza anche domani. E’ fantastico essere il leader dell’Open Championship”,
Non ha commesso errori Adam Scott, che ha siglato cinque birdie. Francesco Molinari ha guadagnato un colpo sul par con due birdie e un bogey sulle prime cinque buche, poi lo ha mantenuto con due birdie e due bogey per il 71 (-1). Edoardo Molinari compromesso le sue possibilità di recupero con tre bogey di fila a iniziare dalla seconda buca e successivamente ha marciato in par con due birdie e due bogey per il 75 (+3). Il montepremi è di 6.300.000 sterline.
Il torneo su Sky – Il 144° Open Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti sul canale Sky Sport 2 HD ai seguenti orari: sabato 18 luglio, dalle ore 11 alle ore 20,30; domenica 19, dalle ore 12 alle ore 19,45, Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi, Massimo Scarpa e di Roberto Zappa. Le dirette sono seguite da Studio Golf, della durata di trenta minuti, condotto da Francesca Piantanida.

NOTA PER LE REDAZIONI: il secondo giro, anche a causa del fuso orario diverso, è ancora in corso, ma come detto non si concluderà. Allo stop per oscurità aggiornamento sul sito FIG: www.federgolf.it

CHALLENGE TOUR: QUATTRO ITALIANI SUPERANO IL TAGLIO ALLE ISOLE CANARIE- Quattro giocatori italiani hanno superato il taglio nel Fred Olsen Challenge de España, torneo del Challenge Tour in svolgimento sul percorso del Tecina Golf (par 71) a La Gomera, nelle Isole Canarie: Matteo Delpodio 28° con 137 (68 69, -5), Niccolò Quintarelli (68 71), Andrea Rota (68 71) e Nino Bertasio (70 69), 51.i con 139 (-3).
Anche se ha notevolmente rallentato con un 67 (-4), dopo il 60 (-11) di partenza, il gallese Rhys Davies ha mantenuto agevolmente il primato con 127 (-15) colpi, quattro di vantaggio sull’inglese Jack Senior e sull’olandese Taco Remkes (131, -11) e cinque sul francese Charles-Edouard Russo (132, -10).
Sono usciti da gara Nicolò Ravano, 82° con 141 (73 68, -1), Alessio Bruschi, 99° con 142 (70 72, par) e Francesco Laporta, 136° con 151 (77 74, +9). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 andranno al vincitore.

NOTA PER LE REDAZIONI: anche questo torneo è ancora in corso, a causa del fuso orario diverso, ma le posizioni sostanzialmente non varieranno significativamente

LET ACCESS: IN BELGIO RESTANO IN GARA ROSSI E BERTINI – Anna Rossi (72 78) ed Elisabetta Bertini (76 74), 39.e con 150 (+6), sono rimaste in gara nel CitizenGuard LETAS Trophy, evento nel calendario del Let Access – il secondo circuito femminile europeo – in svolgimento sul tracciato del Rinkven Golf Club (par 72) a Gravenwezel in Belgio. In grande spolvero due dilettanti spagnole, Natalia Escuriola, leader con 137 (68 69, -7), e Luna Sobron, seconda con 138 (-6) alla pari con le tedesche Olivia Cowan e Isi Gabsa, entrambe a segno due volte in stagione. In quinta posizione con 142 (-2) la finlandese Annika Nykanen, la francese Ariane Provot e la malese Ainil Bakar.
Sono uscite al taglio: Stefania Avanzo, 60ª con 152 (71 81, +8), Beatrice Tassi (am), 70ª con 154 (77 77, +10), Francesca Cuturi, 74ª con 155 (75 80, +11), Chiara Brizzolari, 82ª con 157 (79 78, +13), e Laura Sedda, 86ª con 158 (+14). Il montepremi è di 30.000 euro.

PONT DUTCH JUNIOR OPEN: AMBER LEE SVENDSEN 7ª, CLARA MANZALINI 14ª – Amber Lee Svendsen, settima con 225 colpi (75 75 75, +9), è salita ancora nel Pont Dutch Junior Open, che si sta disputando sul percorso del Toxandria Golf Club (par 72) a Molenschot in Olanda, dove Clara Manzalini è 14ª con 228 (79 71 78, +12).
In vetta alla graduatoria la thailandese Pimnipa Panthong (213 – 71 71 71, -3) ha rilevato la cinese Yunjie Zangh (214, -2) e sono al terzo posto con 215 (-1) la tedesca Sophie Hausmann e l’altra thailandese Kanyalak Preedasuttijit.
Non hanno superato il taglio, che ha lasciato in gara 21 concorrenti, Federica Torre (79 80 74) e Maeve Rossi (85 72 76), che partecipa a titolo personale, 22.e con 233 (+17) e out per un colpo, Carlotta Lanzi, 26ª con 234 (80 77 77, +18), Martina Flori, 28ª con 235 (81 75 79, +19), Alessia Avanzo, 29ª con 237 (81 75 81, +21), e Camilla Mortigliengo, 38ª con 251 (81 82 88, +35).
Nel torneo maschile Edoardo Vizzotto è al 19° posto con 221 (75 74 72, +5), mentre non è entrato tra i 40 ammessi al giro finale Giovanni Dassù, 42° con 228 (78 72 78, +12). Sono gli unici due italiani in gara e hanno preso parte all’evento anche loro a titolo personale. Due inglesi al proscenio con 210 (-6), Joe Dean (72 68 70) e Daniel Brown (71 70 69), che precedono l’olandese Pierre Verlaar, terzo con 211 (-5), e altri due inglesi, Jamie Dick e Rhys Nevin-Wharton, quarti con 212 (-4). Accompagna il team italiano l’allenatore Luigi Zappa.
Com. Stam.