Pubblicato il: 10 aprile 2015 alle 15:57



Che Paulo Dybala sia destinato a lasciare il Palermo a fine stagione è ormai cosa certa, molta meno sicurezza sembra esserci però sulla prossima squadra della ‘Joya’, per il quale è in corso un’asta a colpi di milioni tra Inter e Juventus, pronte a darsi battaglia per accaparrarselo. A tal proposito l’incontro in settimana tra l’entourage del calciatore e i dirigenti di bianconeri e nerazzurri non ha sortito l’effetto sperato, ma ha comunque regalato una gioia al club di Agnelli, dato che Dybala preferisce i torinesi. La prima offerta di Marotta e Paratici, comunque, da 25 milioni è stata rispedita al mittente da parte del patron Maurizio Zamparini. Che due giorni fa ha incontrato l’agente dell’argentino, Pierpaolo Triulzi, il quale a sua volta ha ribadito al numero uno del club di viale del Fante la volontà del suo assistito di cambiare aria, preferibilmente facendolo in favore della società campione d’Italia, al momento la favorita per arrivare al talentuoso attaccante di Laguna Larga. Negli ultimi giorni, in tal senso, è rimbalzata un’indiscrezione, secondo cui la stessa Juventus avrebbe già pronto un contratto da 2 milioni di euro a stagione da far firmare all’attuale gioiello di casa rosa. Il noto imprenditore friulano sarebbe anche disposto ad accontentare Dybala in merito a tale soluzione, però rimane fermamente convinto dell’idea di ricavare dalla sua cessione almeno 40 milioni cash, considerato che c’è in sospeso una pendenza con l’agente Mascardi che fece da intermediario nella trattativa con l’Instituto de Cordoba nel 2012. Tra Juve e Palermo bisogna inoltre ricordare che c’è ancora da discutere il futuro di Edoardo Goldaniga, attualmente in prestito al Perugia ma in regime di comproprietà tra i due club. Stando agli ultimi rumors, il cartellino del difensore centrale sarà riscattato interamente dai siciliani.

Oltre alla Signora, dicevamo, c’è anche il team di Erick Thohir a volere fortemente uno dei più promettenti prospetti del calcio mondiale. Tanto che pare ci sia stato un meeting con Triulzi a cui il diesse dei meneghini Piero Ausilio avrebbe fatto sapere dell’imminente offerta importante che verrà fatta al Palermo nelle prossime settimane. Il dirigente interista, a parte la sostanziosa base cash, starebbe pensando di offrire come contropartita il portiere Bardi, che da tempo piace in Sicilia, oltre Longo e Crisetig il cui futuro però verrà deciso solo alla fine del campionato e dipenderà dalla permanenza in Serie A del loro attuale club, il Cagliari. La società interista in ogni caso dovrà fare i conti con i tempi prefissati dagli uomini di mercato juventini, che si sono mossi con largo anticipo rispetto alla concorrenza. Tutto questo non può che far felice ovviamente Zamparini, che ha dichiarato di avere delle offerte anche dall’estero, Arsenal in primis, oltre all’interessamento di Manchester City e Liverpool.

Intanto il Palermo non è rimasto di certo a guardare e ha già iniziato a muovere i primi decisi passi verso quello che dovrebbe essere il sostituto di Dybala. In pole c’è sicuramente Giovanni Simeone, figlio del tecnico dell’Atletico Madrid (Diego ndr) che vanta estimatori anche nella Liga (Rayo Vallecano e Siviglia), ma che sarebbe parecchio allettato dal ripercorrere le orme del padre che iniziò la sua carriera europea proprio dall’Italia (Pisa nel 1990). Il capocannoniere dell’ultimo Sudamericano Under 20 è valutato fra i 6 e i 7 milioni di euro. Una cifra significativa per un classe ’95, ma che non spaventa la società palermitana. Entro fine mese la trattativa potrebbe entrare nel vivo. L’altro nome segnato in rosso sull’agenda della dirigenza porta sempre a Buenos Aires e in particolare al Boca Juniors. Sul taccuino c’è, infatti, Jonathan Calleri. Contatti già avviati con l’agente del calciatore e con gli Xeneizes: servono almeno 5 milioni per strappare il classe ’93 alla capolista del campionato argentino.