Pubblicato il: 18 marzo 2015 alle 00:31



 

 

 

 

 

 

Butentico colpo di scena nella vicenda Dybala. La talentuosa punta di Laguna Larga, che a fine stagione lascerà il Palermo (ormai non sembrano esserci più dubbi in tal senso ndr), infatti, secondo alcune indiscrezioni, in accordo con i suoi rappresentanti, privilegerebbe la pista italiana rispetto alle numerose richieste provenienti dalle big d’Europa: gli agenti del calciatore, pertanto, vorrebbero che la società palermitana sia disposta a trattare soltanto con i club del nostro campionato. Perché vogliono che il futuro del loro assistito sia in Serie A. Qualcosa in questi giorni è cambiato: il diesse della Juve, Fabio Paratici, avrebbe più volte incontrato l’entourage dell’argentino e sembrerebbe aver usato argomenti convincenti per far pendere l’ago della bilancia a favore della squadra bianconera. Roma, Inter, Napoli restano in corsa ma in vantaggio c’è chiaramente il club di Andrea Agnelli, società con più disponibilità economica e capace di offrire più prelibate contropartite tecniche. In questi mesi si è parlato tanto del futuro del talento del Palermo ma il prezzo richiesto da Zamparini aveva fatto pensare ad una sua cessione all’estero, in quanto negli altri campionati europei è più facile sborsare cifre vicino ai 40 milioni di euro. Invece ecco la novità delle ultime ore che potrebbe improvvisamente sconvolgere i piani già predefiniti dal patron friulano. Nel frattempo, il club di viale del Fante non sta di certo a guardare e ha individuato in  Alberto Bueno, attaccante spagnolo in forza al Rayo Vallecano, il sostituto del sudamericano. Un’idea che piace al presidente Zamparini quella di Bueno, una possibilità per l’estate, a parametro zero, essendo il madrileno in scadenza di contratto a giugno. “Il Palermo è un grande club, mi piacerebbe giocarci. Ma non so cosa succederà in futuroIo non posso dire altro, al mercato ci pensa il mio agente, ma l’Italia è un bel campionato, che mi piace. E il Palermo è un club importante”. Così aveva dichiarato lo stesso Bueno appena due giorni fa. La trattativa però al momento non sembra particolarmente avviata, perché se inizialmente c’era la volontà di chiudere l’operazione adesso Zamparini si è preso qualche giorno per valutare meglio la situazione. Bueno, proposto dall’intermediario Gianluca Fiorini in Italia, (lo stesso agente che discusse animatamente su Whatsapp con l’attaccante del Bologna Daniele Cacia fino a prendere un deferimento), non è l’unica idea del Palermo per l’attacco. È stato proposto e se ne parla. Ma il Palermo studia anche altri attaccanti. Come ad esempio Gregoire Defrel del Cesena, club con cui i rapporti sono più che ottimi data la presenza tra i romagnoli di Rino Foschi, ex diesse dei siciliani. Stiamo per entrare in primavera, l’estate è ancora piuttosto lontana. Ma le grandi manovre sono già partite, quantomeno devono essere imbastite. A giugno poi si tratterà soltanto di formalizzare gli accordi, intanto allo stato attuale il borsino dice questo: Dybala che resta in Italia è più di un’ipotesi mentre la pista Bueno si è leggermente raffreddata. Basta poco, comunque, per cambiare il corso degli eventi, si sa.