Pubblicato il: 12 ottobre 2017 alle 16:40



“Nel visitare l’Ospedale Ingrassia di Palermo ho constatato che la sala rianimazione è praticamente collocata nel sotterraneo, dove passano le condotte da cui defluiscono le acque reflue, di conseguenza c’è un enorme rischio igienico-sanitario. In Sicilia ci sono molte situazioni del genere perché troppi sono gli ospedali vetusti e non ci possiamo certo permettere di sottovalutare i rischi per la salute dei siciliani”. Lo ha dichiarato Gabriella Giammanco, deputato e portavoce in Sicilia di Forza Italia, a Mattino 5.

“In alcuni ospedali accade spesso che i materiali sterilizzati o puliti facciano lo stesso percorso di quelli contaminati, con tutto ciò che ne consegue in termini di rischi per i degenti. La spesa sanitaria regionale è consistente ma, nonostante tutto, continua a non assicurare strutture adeguate ai cittadini. Sempre all’Ospedale Ingrassia Crocetta aveva destinato circa 17 milioni di euro per ristrutturazioni. Peccato che questi fondi non siano mai stati destinati a tale scopo e se ne sia persa completamente traccia” conclude Giammanco. 

Com. Stam.