Pubblicato il: 2 novembre 2017 alle 18:40



“Oggi ho avviato un’importante interlocuzione con il senatore Falanga su un tema che in Sicilia è divenuto scottante: quello dell’abusivismo edilizio – lo afferma Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars che prosegue – le questioni legate alla casa non possono essere licenziate con facili demagogie poiché in Sicilia la casa, al pari del lavoro è una priorità che sta nel cuore della gente. Pertanto, corre l’obbligo di dichiarare apertamente la nostra contrarietà a  provvedimenti illegittimi che prevedono le ruspe. Siamo contro – rincara Figuccia – quei provvedimenti che stanno adottando molti comuni siciliani che prevedono addirittura l’acquisizione della casa e la richiesta di un canone ai proprietari perché possano continuare a viverci. Dunque, mi farò promotore all’interno del prossimo governo regionale, di una norma regionale che sulle orme del disegno di legge Falanga, parli di tutela delle case attraverso una rimodulazione del legge nazionale” – conclude il deputato centrista.

Com. Stam.Ric. Pubbl.