Pubblicato il: 11 agosto 2017 alle 19:14



“Col voto di ieri abbiamo avuto la conferma di come quella che si appresta finalmente a finire sia la peggiore legislatura della storia siciliana repubblicana.

Una ulteriore conferma di quanto sia urgente e necessaria la discontinuità non soltanto col Governo ma anche col modo di fare politica rappresentato da questa Assemblea Regionale.

Mentre giorno dopo giorno si susseguono le emergenze sociali, economiche ed ambientali e mentre tutte le statistiche confermano come la Sicilia, senza una veloce inversione di rotta, è destinata al sottosviluppo per decenni, una accozzaglia politica variegata usa il Parlamento per l’ennesima marchetta pre-elettorale volta unicamente a creare poltrone ed aspettative di poltrone, indennità ed aspettative di indennità da usare come merce di scambio nella imminente campagna elettorale o come paracadute per coloro che non saranno riconfermati.

Proprio quando finalmente si è arrivati ad un punto di certezza normativa e mentre in tutta Italia gli enti intermedi sono spariti da tre anni, in Sicilia ci apprestiamo a farli risorgere, ricreando quella situazione di incertezza che negli anni ha portato gravi danni, per citare i più clamorosi, al sistema dei servizi sociali, dell’istruzione e della viabilità.

Non oso immaginare cosa avverrà nelle ultime settimane di questa triste legislatura, quando ancora una volta il nobile strumento dell’Autonomia, che fu pensata e voluta per creare sviluppo, sarà violentato per fini elettorali e per tentare di tutelare vergognosi privilegi.”

Lo ha dichiarato Leoluca Orlando.

Com. Stam.