Pubblicato il: 20 aprile 2017 alle 16:13



Questa mattina, nel comitato elettorale di Ismaele  La Vardera, si è  tenuta la conferenza stampa di Fratelli d’Italia. Erano presenti oltre  all’onorevole La Russa e il candidato Ismaele La Vardera, il
coordinatore regionale del partito Giampiero Cannella e il coordinatore  provinciale Raoul Russo.

Matteo Salvini e Giorgia Meloni saranno nel capoluogo siciliano a Maggio  per sostenere la candidatura a sindaco di Ismaele La Vardera. Lo ha  annunciato La Vardera nel corso della conferenza stampa. “L’unico vero centro destra siamo noi – ha ribadito il candidato sindaco
La Vardera – il resto è solo un pastone politico, in questa campagna  elettorale sta succedendo qualcosa di straordinario che rimarrà nella  storia di questa campagna elettorale. Tutti quanti stanno fuggendo dai  partiti e stanno prendendo per i fondelli i palermitani fondando partiti
nuovi e movimenti civici che hanno sempre “dentro” uomini politici. Noi  questa mattina non vi stiamo presentando “Sorelle D’Italia” o “Salvini  con loro”, noi abbiamo il coraggio di mettere “ Noi con Salvini” e  “Fratelli d’Italia” perché crediamo nelle ideologie politiche  rappresentate da uomini che hanno una credibilità. Sono l’unico candidato che ha preteso che i partiti politici mi  accompagnassero. Non ho esperienza, è vero. Ma cammino a fianco di  uomini che la politica la fanno da anni e sanno consigliarmi. Noi sappiamo con chi vogliamo andare, abbiamo le idee chiare e non  prendiamo in giro la gente. Grazie a Fratelli D’Italia per la fiducia”

“Abbiamo aperto gli occhi e abbiamo valutato quale fosse la strada  migliore per Fratelli D’ Italia da offrire a Palermo e il nostro  incontro con Ismaele è stato un colpo di fulmine – ha detto il leader di
Fratelli D’Italia Ignazio La Russa «Ismaele è il nostro Dybala. Per  vincere servono coraggio, innovazione, passione ed entusiamo sposati  ovviamente con la capacità. Lui ha tutte caratteristiche che servono per  vincere e amministrare una città come Palermo. Qualcuno ci dice che è  troppo giovane e troppo inesperto, lo dicevano anche di Dybala, che,  invece, ha ridicolizzato i golia del calcio europeo. Noi sfidiamo gli  analisti a riflettere che nulla è impossibile per chi ha qualità e
passione – ha aggiunto La Russa – e il mio auspicio è che questa sfida  amministrativa a Palermo possa concludersi come quella di Dybala, che ce  l’ha fatta ad arrivare contro i pronostici iniziali. Orlando è  considerato un usato sicuro ma dopo cinque anni l’usato diventa non da  rottamare ma sicuramente meno sicuro”.

Com. Stam.