Pubblicato il: 13 ottobre 2017 alle 11:13



“È imbarazzante quanto denunciamo oggi. Nella storica piazza di Baida ancora oggi capolinea dei mezzi Amat, è ormai costante il pericolo di sbandamento dei veicoli – lo dichiara Gioacchino Bosco, Commissario Provinciale dell’Udc Giovani che prosegue – bambini con le biciclette, conducenti a bordo di ciclomotori e auto, incorrono costantemente nel rischio di perdere il controllo del mezzo e conseguenzialmente, di provocare incidenti. Tutto ciò non si verificherebbe se i mezzi Amat almeno quelli più fatiscenti, fossero rimossi dalle strade palermitane. E invece di stanziare nuovi fondi per l’acquisto di nuovi mezzi – prosegue Bosco – l’amministrazione comunale sta a guardare gli entroiti della Ztl dietro gli occhi delle telecamere. Ne consegue che l’azienda di via Roccazzo, è costretta a portare in giro per la nostra città dei carrozzoni di almeno vent’anni fa che oltre ad inquinare come treni a carbone in beffa al sempre verde Orlando, non sono per nulla sufficienti all’utenza della quinta città d’Italia. Alla luce di tali circostanze, oggi stesso insieme alla consigliera Sabrina Figuccia sottoscriveremo un’interrogazione per conoscere le intenzioni del sindaco rispetto a un trasporto pubblico che va rinnovato e potenziato con urgenza – conclude Bosco.

Com. Stam. Ric. Pubbl.