Pubblicato il: 21 aprile 2017 alle 15:14



Palermo. Sono stati premiati questa mattina a Palermo i vincitori del contest fotografico “I mercati siciliani, un viaggio tra gusto e tradizione“, promosso da Banca Don Rizzo. Primo classificato con la foto “Mattina presto”, che ritrae il mercato di Ballarò di Palermo, è il palermitano Gabriele di Maria. Al secondo posto si è classificato Davide Sclafani, anch’egli di Palermo, con la foto dal titolo “Street food alla Vucciria”; terzo il trapanese Giovanni Cusenza con “I balati ‘ra Vucciria”. A votare gli scatti per originalità, qualità tecnica e pertinenza al tema proposto   è stata una giuria tecnica presieduta dal giornalista Giovanni Pepi e composta da Nicola Colabella, vice presidente dell’istituto di credito e da un rappresentante dell’agenzia di comunicazione Feedback di Palermo. I primi tre classificati, secondo il giudizio della giuria tecnica, hanno ricevuto carte prepagate per acquisti on line da 400, 200 e 100 euro.

La foto più votata dal popolo del web, con 350 voti, è stata invece quella del palermitano Rosario Vitrano dal titolo “Pesce in primo piano” che ritrae un particolare di un pesce San Pietro su una bancarella di un mercato. Il suo autore ha ricevuto in premio un weekend per due persone in una località siciliana. I quattro vincitori sono stati premiati dal giornalista Giovanni Pepi e dal presidente di Banca Don Rizzo, Sergio Amenta.

“Questa iniziativa, diventata ormai tradizionale  – ha spiegato Amenta ha raccontato il territorio attraverso le immagini dando voce a genti, culture, luoghi e tradizioni, la vocazione del nostro istituto bancario, espressione e volano del territorio in cui opera”.

Sono stati circa 200 gli scatti partecipanti al concorso, all’11\esima edizione: i migliori sono stati inseriti nel calendario 2017 della Banca. “Dalle foto partecipanti ha detto Nicola Colabella – viene fuori la nostra terra e le sue tradizioni”. Secondo Giovanni Pepi il livello delle foto inviate quest’anno è stato molto più elevato degli anni precedenti. “Da fotografo e giornalista ho apprezzato la qualità delle immagini – ha detto Pepi – espressione del nostro territorio, dei suoi colori e dei suoi antichi mercati”.

Com. Stam.