Pubblicato il: 12 ottobre 2017 alle 14:34



Cesarò si candida a capitale del turismo di montagna in Sicilia

CESARO’ (Messina) – Ancora due giorni alla scoperta dei sapori dei Nebrodi. Sabato e domenica le due giornate conclusive della diciottesima edizione della “ Sagra del suino nero e del fungo porcino dei Nebrodi”. Per i visitatori un vero e proprio percorso del gusto tra i numerosi stand e punti di  degustazione. In entrambe le giornate diversi show coking  e laboratori del gusto con Slow Food, Federazione Italiana Cuochi e l’Istituto  alberghiero ‘‘Enrico Medi’’  di Randazzo, per conoscere meglio prodotti e ricette del territorio. Grande successo sta avendo pure il tour del centro storico con tappa obbligata a Palazzo Zito, una antica dimora nobiliare di una ricca famiglia del luogo, con le sue lussuose stanze ed il  Museo Laboratorio Della Conoscenza e del Paesaggio dei Nebrodi, nonché sede anche di uffici del Parco nebroideo. Attraverso la Sagra, quest’anno, parte un progetto più ambizioso:quello di far diventare Cesarò tra le mete privilegiate del turismo di montagna in Sicilia, dove escursionismo e territorio caratterizzano già una significativa offerta/richiesta turistica.

Tra gli appuntamenti con incontri e convegni sull’argomento :

Escursionismo sui Nebrodi:

saluti ed interventi: Presidente Regionale dell’associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche Dott.ssa Violetta Francese.

-Presentazione delle reti ciclabili siciliane e nebroidee a cura del Presidente Giovanni Guarneri.

-Via Francigena delle Montagne a cura dell’associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia Dott.ssa Irene Marraffa.

 Due giorni ricchi di iniziative, alcune delle quali dedicate alla micologia.

Com. Stam.