Pubblicato il: 9 gennaio 2018 alle 08:34



Il mondo dell’agricoltura, dell’allevamento e della pesca sono stati sottovalutati per diversi anni sia a livello nazionale che locale e non contemplati come priorità nei diversi programmi di tantissimi partiti politici.

Studi realizzati sul settore primario italiano hanno dimostrato che non tutti i dati pubblicati raccontano la drammatica situazione reale in un momento in cui è necessario riportare la tutela della biodiversità, la valorizzazione delle nostre tradizioni enogastronomiche e la ricostruzione del nostro tessuto sociale nell’assemblea parlamentare.

“Crediamo afferma Gianluca Micalizzi presidente nazionale di Feditalimprese, che sia necessaria la presenza all’interno del nostro Governo di Parlamentari e Senatori esperti di settore ed è per questo che auspichiamo a candidature senza distinzione di partito e/o movimento politico di tecnici rappresentanti di categoria sicuramente in grado di rappresentare al meglio il mondo produttivo, e di fare proprie le richieste che provengono dai territori”.

Bisogna consentire ai nostri agricoltori, allevatori e pescatori di portare avanti le loro attività in modo sostenibile e non sottomettendoli a regole scellerate imposte da chi non conosce la nostra reale capacità produttiva, in modo da consentire numerosi vantaggi, dal miglioramento della produzione  allo sviluppo del lavoro alla tutela dei territori.

Com. Stam. Ric. Pubbl.