Pubblicato il: 23 ottobre 2017 alle 20:11



“Seppure nel massimo rispetto per la difformità di visioni e scelte politiche tra dirigenti e iscritti, come è fisiologico che accada all’interno di associazioni di categoria che annoverano sensibilità diverse, la CIDEC Sicilia ha scelto, dopo un esame attento dei programmi elettorali dei vari candidati alla presidenza della Regione, di sostenere Nello Musumeci, ritenendolo l’esponente politico più attento al mondo delle piccole e medie imprese”: con queste parole, il presidente della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti Salvatore Bivona esplicita la posizione ufficiale assunta dall’organizzazione sindacale in merito alle elezioni del prossimo 5 novembre.

“L’alto profilo di tutti i candidati alla presidenza – spiega Bivona, che nei giorni scorsi a Palermo ha incontrato Nello Musumeci insieme ad alcuni dirigenti dell’associazione – ha imposto una riflessione particolarmente scrupolosa: la CIDEC ritiene prioritaria un’inversione di rotta rispetto al governo Crocetta, poco efficace in materia di commercio, e ha individuato nel candidato di centro – destra il soggetto politico potenzialmente più efficace per il rilancio del settore”.

“Non si tratta – precisa – di una scelta legata a posizioni ideologiche né alla volontà di aderire allo schieramento del quale Musumeci è espressione: semplicemente, siamo in sintonia con alcuni punti nevralgici del suo programma che vede nello snellimento burocratico e nel sostegno alle produzioni innovative due interventi necessari allo sviluppo e al rilancio del tessuto economico isolano”.

A “convincere” la CIDEC anche le posizioni del leader di #diventeràbellissima in merito ai prodotti locali e alla loro salvaguardia sul mercato.

“Ci attendiamo che, una volta eletto – auspica Bivona – Musumeci recepisca le istanze espresse dalla CIDEC in merito alla necessità di rivitalizzare i cosiddetti negozi di vicinato, messi in pericolo dall’avvento aggressivo dei centri commerciali”.