Pubblicato il: 1 maggio 2015 alle 15:00



S’intitola “Libera me” il film capolavoro proiettato in anteprima al cinema Excelsior di Bagheria, scritto da Sarah Iles e diretto dai bagheresi Piero De Luca e Max Aiello. Una lungometraggio drammatico quanto emozionante, che ha incentrato la sperimentazione, arma a doppio taglio di ogni produzione indipendente, su un tema più che attuale, la violenza domestica. Un’opera cinematografica estremamente toccante, che recentemente ha vinto la categoria “Lungometraggi” nel prestigioso concorso internazionale “Los Angeles cine Fest”, svoltosi negli Stati Uniti. Righe commoventi quelle scritte da Sarah Iles, che ha voluto invitare le donne vittime di violenza a denunciare i soprusi che le rendono schiave di un amore, che non è amore.

Superlative le interpretazioni dei due attori principali, il bagherese Alessandro Fricano Gagliardo, nei panni di Alessandro, e Fabiola Rigano, nelle vesti di Sabrina. Una coppia come tante, che dopo un felice inizio di convivenza si trasforma, e vede Sabrina, vittima di vessazioni psicologiche e fisiche. Un’evoluzione disperata di una relazione che entra nella psiche umana viaggiando dall’ossessione alla paranoia, dall’incubo alla paura. La protagonista è una donna che si ritrova a lottare contro l’uomo che ama, Alessandro, il fidanzato volubile, che dal suo, dimostra una progressiva instabilità psicologica. I registi, Piero De Luca e Max Aiello, pur differenti, sono riusciti a fondersi, dando il giusto equilibrio alla sceneggiatura e concentrando l’attenzione sul continuo stato d’ansia della protagonista, tra colpi di scena e sorprese.

Una produzione indipendente, auto-finanziata, realizzata con il sacrificio dell’intero cast tecnico e artistico, non beneficiando di alcun sostegno di tipo istituzionale e privato. Oltre alla scrittrice, ai registi e ai protagonisti, hanno collaborato al lungometraggio Marcello Salamone, con le sue splendide musiche, gli attori Angela Misuraca, Stefano Picone, Maurizio Gagliardo e la piccola Martina Scardina, gli scenografi Ninni Calafiore e Claudio Rabbene e dulcis in fundo l’artista Arrigo Musti, che ha arricchito il film con l’immensa psiche delle sue opere. Il film sarà replicato mercoledì 13 maggio sempre al cinema Excelsior di Bagheria, e dalle prime indiscrezioni, come ribadito dal presentatore della serata Sergio Fiorillo, si prevede già il sold-out.

di Giuseppe Terzo