Pubblicato il: 11 aprile 2015 alle 09:30



Incredibile ma vero. Continuano i furti di cavi di rame sul territorio monrealese. Questa volta è stata presa di mira la periferia, precisamente la zona di Real Celsi, dove degli ignoti, durante la notte, che in gran parte della città viene ormai passata con la torcia a portata di mano, hanno tranquillamente asportato i tanto preziosi ed ambiti cavi dell’illuminazione, regalando agli amanti del buio altri duecento metri di tenebre, da sommarsi alle zone ormai ricoperte dall’oscurità in tutto il paese. Non si tratta quindi di una novità per Monreale, già ampliamento derubato dai ladri di rame, che ormai agiscono con allarmante regolarità in tutte le zone del paese. Come risulta noto, una delle zone al buio è la circonvallazione, che da mesi vive nelle più totali tenebre, e che, tra l’altro, ha provocato anche parecchi incidenti stradali, di cui uno mortale. Anche la frazione di San Martino delle Scale non è minore ai furti, in particolar modo nella zona sotto il Castellaccio, totalmente al buio. A tal riguardo è ormai grande la preoccupazione degli abitanti, che col buio vedono facilitato il lavoro di topi d’appartamento, pronti a muoversi da esperti delinquenti senza essere visti da nessuno, sopratutto nelle zone in cui sono presenti delle case da villeggiatura. Anche dallo spazio, Monreale risulta essere il puntino “nero” della Sicilia.