Pubblicato il: 14 febbraio 2018 alle 07:50



La Polizia di Stato, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio disposta dal Questore di Milano Marcello Cardona, monitora i locali pubblici mediante i sistematici servizi finalizzati al contrasto dei fenomeni di criminalità predisposti dai Commissariati di zona e dalla Squadra Mobile. Il Questore, pertanto, nei giorni scorsi, ha disposto il decreto di sospensione della licenza, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., al seguente esercizio commerciale: Rora Caffè sito a Milano, via Lazzaro Palazzi n. 19 angolo via Settala; decreto di sospensione per gg. 15 (quindici)   emesso e notificato lunedì 12 Febbraio;

A seguito dei controlli svolti in data 19.10.2017, alle ore 23.55, gli operanti notavano nelle immediate adiacenze del locale un individuo di origini nord africane che si allontanava guardandosi in continuazione attorno con fare sospetto, come se fosse in attesa di qualcuno; gli agenti decidevano di pedinarlo ed osservavano che lo stesso rimaneva sempre nelle vicinanze del Rora Caffè dove incontrava un proprio connazionale con cui instaurava un breve dialogo. Gli agenti appostati osservavano i predetti soggetti che si scambiavano qualcosa in cambio di denaro e che, a scambio avvenuto, la persona acquirente si allontanava dall’esercizio. Quest’ultima, gravata da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, veniva seguita dagli operanti che, dopo pochi metri, la bloccavano e la sottoponevano a perquisizione trovandola in possesso di due involucri contenenti cocaina, per un peso lordo complessivo di gr. 0,9. Lo spacciatore, nel frattempo, accortosi della presenza degli agenti, si dava alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Gli operatori di Polizia decidevano di tornare presso il Rora Caffè dove un altro avventore, accortosi del loro arrivo, si dirigeva in modo repentino verso i servizi igienici del bar, il predetto veniva bloccato e sottoposto a perquisizione personale che dava esito positivo, in quanto lo stesso veniva trovato in possesso di sedici involucri contenenti cocaina, per un peso lordo complessivo di gr. 10, frazionata in dosi pronte per la vendita, unitamente alla somma di 230,00 euro, suddivisa in banconote di vario taglio. Al termine dell’operazione di polizia, gli agenti traevano in arresto lo spacciatore, il quale risultava avere a proprio carico precedenti specifici in materia di sostanze stupefacenti, per il reato previsto dall’art. 73 del D.P.R. n. 309/1990;
In data 30.12.2017, alle ore 00,20, agenti della locale Squadra Mobile, nel transitare nei pressi del locale, notavano un individuo nord africano, chiaramente in attesa di qualcuno, che veniva raggiunto da un giovane con il quale scambiava qualcosa gli operatori, certi di aver assistito ad una cessione di stupefacenti, fermavano l’acquirente che consegnava un involucro contenente cocaina di gr. 0.6, ammettendo di averla acquistata all’interno del locale; al termine dell’operazione di polizia gli agenti traevano in arresto lo spacciatore (con precedenti di polizia) per il reato di cui all’art. 73 del D.P.R. n. 309/1990, inoltre da perquisizione personale veniva trovato in possesso della somma di 40,00 euro suddivisa in banconote di vario taglio; da accertamenti ulteriori si appurava che il giovane avventore aveva pagato esattamente la somma di 40,00 euro per l’acquisto della dose di cocaina e che lo stesso anche in passato aveva acquistato stupefacenti dal medesimo spacciatore;
In data 16.1.2018 gli agenti del Commissariato di P.S. Garibaldi Venezia identificavano quattordici avventori, otto dei quali risultati gravati da precedenti di polizia;
in data 19.1.2018 gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale intervenivano, alle ore 00,21, a causa di una lite scaturita in strada nelle immediate adiacenze dell’esercizio pubblico Rora Caffè l’equipaggio, giunto sul posto, interpellava personale del bar che sosteneva di non essersi accorto della rissa ivi scaturita tra una decina di persone di origini nord africane che, dopo essersi prese a calci e pugni, si allontanavano dal locale.