Pubblicato il: 19 giugno 2017 alle 16:33



Questa mattina, a conclusione di attivita’ indagine, il Comando Stazione Carabinieri di Porlezza (CO) deferiva in stato di liberta’, alla competente Autorita’ Giudiziaria, per lesione personale aggravata, tre stranieri dei quali un 30enne albanese, operaio, residente a Carlazzo (CO), un 35enne kosovaro, disoccupato residente a Porlezza (CO) ed un 28enne albanese,  disoccupato, residente a Porlezza (CO).

Le indagini venivano avviate a  seguito della presentazione di una denuncia querela, presso quel comando, il 3 giugno u.s., da parte di un 28enne italiano, residente Porlezza (CO), commerciante, per lesioni personali da lui patite, nel corso della serata tra l’1 ed il 2 giugno 2017, ad opera di soggetti da lui non conosciuti, mentre si trovava all’interno del bar “Glamour”, sito nella frazione San Pietro Sovera del comune di Carlazzo (CO), in compagnia di un’amica, di nazionalita’ russa ma residente a Menaggio (CO).

L’albanese di 30 anni, nel corso della serata, rivolgeva diverse avances alla ragazza in parola, puntualmente respinte e, quando il denunciante decideva di sedersi vicino alla sua amica allo scopo di scoraggiarne ulteriori avances, questi afferrava il ragazzo per il collo, trascinandolo fuori da locale, e lo percuoteva ripetutamente con l’ausilio dell’altro connazionale, nel frattempo giunto a dargli manforte.

Il primo scontro veniva interrotto dall’intervento di alcuni avventori ma, subito dopo, aveva inizio una nuova aggressione, sempre ai danni del ragazzo italiano, che vedeva attivi i due albanesi, questa volta unitamente  al giovane kosovaro. Il secondo pestaggio era piu’ violento del primo e la vittima veniva sbattuta per terra e ripetutamente percossa con calci  e pugni al volto e al torace. L’azione dei tre aggressori veniva nuovamente interrotta dall’intervento di alcuni avventori del locale che soccorrevano il giovane e lo riaccompagnavano a casa mentre il gruppo di aggressori si dava alla fuga poco prima dell’intervento dei militari della stazione Carabinieri di Castiglione D’Intelvi (CO), in servizio di pronto intervento.

Il 3 u.s., la vittima veniva visitata presso il pronto soccorso dell’Ospedale “Erba Renaldi” di Menaggio (CO) ove gli veniva diagnosticato “dolore al viso e torace precordiale”, con una prognosi di gg. 10; nuovamente visitato, presso la stessa struttura sanitaria il successivo 9 giugno, otteneva un prognosi integrativa di ulteriori gg.15 per “esiti policontusione in corso di aggressione violenta all’emitorace sx, al capo e al collo”.