Pubblicato il: 13 novembre 2017 alle 16:49



I militari della Stazione di Ponzone, coadiuvati da militari del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Torino, hanno deferito in stato di libertà un 58enne acquese, residente a Ponzone, con l’accusa di appropriazione indebita di opere d’arte.

L’uomo, già gestore di una galleria d’arte in Acqui Terme e noto per identici precedenti, era nuovamente sotto il monitoraggio dei Carabinieri a seguito di diverse denunce subite. Lo stesso, infatti, ricevute in conto vendita da numerosi clienti dell’acquese e del savonese opere d’arte contemporanea (quadri e ceramiche) di autori piemontesi e liguri, anche di un certo pregio e valore, spariva con le opere per poi rimetterle in vendita attraverso il proprio sito internet oppure presso i mercatini dell’antiquariato della zona.

I proprietari, che avevano provato inutilmente a ricontattare il 58enne per riavere le proprie opere, si sono quindi rivolti ai Carabinieri di Ponzone e a quelli del Nucleo TPC di Torino.

I militari, presentatisi presso l’abitazione dell’uomo per effettuare una perquisizione delegata dall’Autorità Giudiziaria, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro le opere: oltre venti tra quadri e tele per un valore stimato superiore ai 20.000 euro.

I Carabinieri invitano i cittadini che dovessero essere incorsi in analoghe disavventure a rivolgersi alla Stazione Carabinieri più vicina