Pubblicato il: 11 agosto 2017 alle 17:09



Si è svolta questa mattina, presso l’Istituto di Medicina legale del Policlinico Universitario, la commemorazione del professor Paolo Giaccone. Il primario dell’Istituto di Medicina Legale venne assassinato 35 anni fa per aver rifiutato di modificare i risultati di una perizia medico-legale.

“Paolo Giaccone – ha ricordato  il Sindaco Leoluca Orlando –  è stato  un professionista esemplare di grande competenza e rigore etico, considerato “eversivo” in un tempo di profondo condizionamento mafioso sulle istituzioni e sulla società civile e, per questo, barbaramente ucciso dalla mafia per impedirgli di continuare ad adempiere al proprio dovere. Di lui voglio ricordare la straordinaria professionalità medica, la sensibilità civile e la coerenza a ‘scienza e coscienza’ del bimillenario Giuramento di Ippocrate”. La sua esperienza a Palermo, come quella dell’avvocato Ambrosoli a Milano, è propria di quello che può definirsi un eroe borghese. Il suo esempio ed il suo sacrificio sono oggi più che mai attuali”.