Pubblicato il: 7 dicembre 2017 alle 21:01



Al Congresso Nazionale tenutosi a Brescia è stato un successo. I rappresentanti dei CAT Calabresi (Club degli Alcolisti in Trattamento), guidati dal dr. Franco Montesano del Ser.T. di Catanzaro, insieme all’ARCAT (Associazione Regionale Club Alcolisti in Trattamento) ha illustrato il lavoro che di prevenzione e sostegno alla riabilitazione con dinamismo e vivacità.

Il campo dell’alcolismo è ostico e racchiude un sottobosco di problemi correlati che si insediano nelle maglie della vita quotidiana di una intera comunità; in primis il rischio di incidenti stradali e incidenti sul lavoro che possono coinvolgere persone completamente estranee al problema. Proprio per questo è utile all’intera comunità attivarsi per prevenire e creare una rete fitta fra Enti pubblici e Privati che possa proteggere l’intera cittadinanza.

Soveria Mannelli, attraverso e grazie al volontario Bruno Villella, riesce a creare una eco importante per tutto il territorio limitrofo; ha creato un filo conduttore fra forze dell’ordine, parrocchia (che offre i suoi locali per le riunioni settimanali del club) e territorio attraverso momenti di sensibilizzazione e convegnistica.

A Brescia Bruno Villella, nei 3 giorni di convegno, ha più volte relazionato sui punti di forza e quelli di debolezza che necessitano di miglioramento per aumentare l’incisività. Fra le idee progettuali c’è quella di attuare un piano di sensibilizzazione nelle scuole. Il suo doppio ruolo, ricordiamo che Bruno Villella è anche componente del Consiglio Direttivo della Pro Loco di Soveria Mannelli, ha permesso una maggiore potenza sul territorio grazie al costante lavoro che le associazioni fanno per favorire il benessere umano.

Com. Stam.