Pubblicato il: 13 febbraio 2018 alle 21:39



Non si conosce la data in cui l’acqua potrà essere razionalizzata, ma oggi in Consiglio Comunale, durante l’audizione della Presidenza Amap, è stato indicato un limite.
2100 litri al secondo. Quando la Regione limiterà a 2100 la disponibilità allora l’Amap dovrà attivare i piani di razionalizzazione già pronti.
Oggi la disponibilità è di 2400 litri/s. Circa due anni fa la capacità era di 2800.
Non possiamo permetterci una razionalizzazione, l’acqua è un bene comune e tutti ne devono usufruire. Una politica a medio termine deve prevedere la dotazione di dissalatori per contrastare il processo di desertificazione.
Se in alcuni quartieri della città l’acqua è razionalizzata non per l’emergenza piuttosto è ascrivibile allo stato di manutenzione della rete. Si sta provvedendo con specifici interventi utilizzando i fondi disponibili.
Bene la campagna pubblicitaria avviata dall’Amap, una pubblicità “progesso” che invita all’uso razionale, che informi sul grande valore di questo bene.
Consigliere Comunale  Antonino Sala  Gruppo Palermo 2022
Com. Stam.